stagione 2018-2019

Colpi di Scena

Colpi di scena vede la presenza di Debora Villa (che ricevette ovazioni dal pubblico della scorsa stagione), Marco Paolini, che mancava da molto dalle programmazioni cittadine, Anna Gaia Marchioro una giovane attrice di grande talento, Giacomo Poretti, il “Giacomino” del più famoso trio d’Italia, e Marco Baliani che ha accettato la sfida della lettura e dell’azione in diretta per White Rabbit Red Rabbit.

 

 

artekmzero

ArteKmZero

La sezione ArteKmZero propone quattro serate con artisti che hanno come tratto distintivo la brescianità declinata in vari ambiti. Si comincia con Elisa Rovida che accompagnata da un trio di valenti musicisti propone un amorevole Omaggio a Mina, per continuare con la amatissima Paola Rizzi e finire con il divertimento nostrano del nuovo spettacolo di Vincenzo Regis. A maggio, salirà invece sul palco del Santa Giulia il gruppo di Improvvisazione Teatrale che, sotto la guida di Stefano Berardi, si appresta al suo terzo anno di corso e che sfornerà un esito di laboratorio frutto del lavoro costante ma anche di una buona dose di creazione estemporanea.

ma che musical

Ma Che Musical!

Gli appuntamenti di Ma che musical! vedono la presenza di giovani, guidati da esperti professionisti, pronti a misurarsi con complesse messe in scena che ci faranno gustare e comprendere lo stretto connubio tra il mondo del cinema e il mondo della musica. Ci riferiamo a Sorelle in fuga, ispirato al celebre Sister Act, offerto a dall’Accademia Musicale ShowBiz diretta da Cristina Spinelli, alla versione di Rapunzel della Compagnia Prova a volare di Bovezzo e a Mary vs Mary dell’Accademia Dancers Fun School di Lissone sotto la guida di Alessandro Arosio.

 

tempo prezioso2

Tempo Prezioso

Molto preciso nell’individuare il filone di lavoro, sarà la quarta sezione, Tempo prezioso, rassegna di teatro sociale che, giunta alla seconda edizione, torna con l’intento di far convergere in un unico momento di confronto alcune tra le più importanti realtà bresciane che da anni si occupano di questo particolare filone che integra teatro, marginalità e disagio.